Il quartiere zurighese di Seebach si incontra all’”HANS BANK”

Testo: Anina Torrado Lara
Foto: su gentile concessione

La questione interessa un gran numero di Comuni e città della Svizzera: come può svilupparsi in un quartiere una “cultura del caring”? Con la “Bankbau-Fest” (“Festa della costruzione delle panchine”) il quartiere di Seebach, nella periferia di Zurigo, ha trovato un modo per avvicinare le persone tramite un desiderio comune.

L’atmosfera è allegra in questo 22 agosto 2020 nella piazza di Seebach: decine di abitanti del quartiere si sono riuniti per costruire insieme panchine di legno. Il materiale e le istruzioni sono stati forniti dall’associazione “About Us! Zürich Interkulturell” (about-us.ch). Grandi e piccoli si aiutano a vicenda dando libero sfogo alla propria creatività. Il risultato: 37 panchine colorate ognuna diversa dall’altra. Al calar della sera le persone si apprestano a posizionare le panchine davanti alle loro case.

Tutto il quartiere di Seebach si incontra per costruire le panchine di legno e dipingerle di tanti colori diversi.

Il desiderio: sedersi insieme sulle panchine

Con la sua iniziativa denominata HANS BANK, la popolazione di Seebach vuole lanciare un segnale di vicinanza e appartenenza all’interno del quartiere. Il nome dell’iniziativa è tutto un programma: deriva dal modo di dire tedesco “Hansdampf in allen Gassen”, che descrive una persona attiva e intraprendente, letteralmente presente “in tutte le strade”. Le panchine si trovano appunto “in tutte le strade” del quartiere e invitano a sedersi e a chiacchierare. 

Marianne Reiser della parrocchia cattolica Maria di Lourdes di Seebach – una delle 12 persone che hanno ideato il progetto – è entusiasta dell’impegno mostrato dalla popolazione del quartiere: “Vogliamo promuovere e rendere visibile una cultura del caring nel nostro quartiere”. Obiettivo che secondo lei con il progetto HANS BANK è stato pienamente raggiunto. “Persone di estrazione assai diversa e di ogni età si sono riunite per giocare, cantare, bere un aperitivo, discutere o chiacchierare con il vicinato davanti a una tazza di caffè e una fetta di torta.” Secondo Marianne Reiser si tratta di una cultura del caring vissuta attivamente in quanto si oppone all’anonimato e fa sì che tutti nel quartiere si sentano parte di un’entità più ampia e prendano consapevolezza della propria importanza.

Quartierbewohnerinnen beim Austausch auf der HANS BANK.

Panchina della sabbia, dei vicini e della poesia

Le panchine sono state inaugurate ufficialmente il 5 settembre 2020.  È stato possibile ammirare le panchine decorate con creatività seguendo due percorsi pedonali che conducevano a un totale di 17 luoghi. Uno dei percorsi conduceva dalla “panchina della sabbia”, realizzata in corrispondenza della fermata del tram Sandburgen (letteralmente “castelli di sabbia”), alla “panchina dei vicini”, dove si è brindato al vicinato con del prosecco, per arrivare infine alla “panchina della poesia”, dove gli innamorati si sono intrattenuti a leggere poesie. Nella sede dell’associazione Quartierscheune, infine, si sono esibiti due suonatori di corno alpino.

La cultura del caring a Zurigo Seebach

L’idea del progetto HANS BANK è dell’organizzazione “About Us! Zürich Interkulturell” (about-us.ch). Su incarico della città di Zurigo, nel mese di settembre organizza delle settimane interculturali che illustrano la diversità della metropoli attraverso progetti artistici e attività socioculturali. About Us! Zürich Interkulturell ha fatto visita al quartiere di Seebach a settembre del 2020 mettendo a disposizione gratuitamente un kit e il materiale per la costruzione delle panchine.

All’iniziativa HANS BANK di Seebach hanno partecipato le associazioni e organizzazioni seguenti: associazione Internationalhof & MAXIM Theater, associazione Zusammenleben Kolbenacker, associazione Quartierscheune Frohbühl, parrocchia Maria di Lourdes & laboratorio achzg52, centro comunitario di Seebach / fondazione centri comunitari di Zurigo, fondazione Gioventù islamica, genitori della scuola di Himmeri & scuola di Himmeri, Chiesa riformata di Zurigo (distretto undici), associazione Stadtgeiss, progetto tandem per famiglie della VSJF, negozio di prodotti equo-solidali “claro” di Seebach, osteria di quartiere “Da Zi Mauri” e tanti volontari e volontarie.

Progetti analoghi vengono realizzati anche in altri paesi, ad esempio in Olanda.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.