Eine ältere Patientin geht am Rollator.

Programma «Socius»: i Comuni ricevono aiuto dalla Fondazione Age

Come intervenire affinché le persone anziane possano restare a casa propria più a lungo? E come far collaborare al meglio operatori privati e professionali? Molti Comuni fanno fatica a occuparsi della cura degli anziani: con il programma «Socius 2.0» la Fondazione Age offre loro un valido supporto.

Autore: Ulrich Otto
Foto: Unsplash

«Socius – wenn Älterwerden Hilfe braucht» («Socius – quando per diventare vecchi serve aiuto») è un’iniziativa della Fondazione Age, nell’ambito della quale negli ultimi cinque anni dieci Comuni sono stati aiutati a costruire un sistema di sostegno coordinato per l’assistenza alle persone anziane. Il programma ha avuto così tanto successo che sta per prendere il via la fase 2 di «Socius»: tra il 2019 e il 2023 altri dieci Comuni saranno accompagnati in questo cambiamento.

Se le persone anziane vogliono o devono restare a casa propria più a lungo, servono nuove formule di collaborazione tra operatori professionali e privati.

Prof. Dott. Ulrich Otto, responsabile ricerca Careum

Consigli per i Comuni
La relazione di ricerca che abbiamo preparato per la Fondazione Age nel gennaio 2019 mostra lo stato di avanzamento attuale della ricerca, valuta le esperienze finora realizzate nell’ambito di «Socius» e offre una panoramica delle iniziative e mozioni politiche in Svizzera. I fattori di successo che sono emersi sono molto chiari:

  • Un Comune ha successo quando riesce a far sì che operatori professionali e non professionali (ad es. caring communities auto-organizzate) si coordinino e collaborino in modo efficace.
  • Ha successo chi è in grado di sviluppare con sostenibilità, dedizione e con un orientamento chiaro le proposte di aiuto. Grazie a «Socius» un Comune può verificare la bontà delle proprie procedure e beneficiare delle esperienze altrui.
  • I Comuni della stessa regione possono unirsi per esercitare un’azione più incisiva. Decisivo risulta un forte impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti.
  • Alla base deve esserci una politica per la terza età al passo coi tempi e adeguata al Comune in questione. Coloro che coinvolgono tutti gli attori nel processo (approccio bottom-up) creano un clima di fiducia e dedizione.

Profilo
Il Prof. Dott. Ulrich Otto dirige dal 2014 il comparto ricerca di Careum. Si occupa delle sfide sociali dell’invecchiamento, di forme abitative e di cura innovative e dell’utilizzo della tecnologia per l’assistenza delle persone anziane. Insieme al suo team ha redatto la relazione di ricerca per la Fondazione Age.

Candidatevi per Socius 2.0
Scoprite in che modo un Comune o una regione possono candidarsi per il programma «Socius 2.0». Dieci Comuni della svizzera tedesca che presenteranno un progetto convincente riceveranno un contributo finanziario e approfitteranno di uno scambio di informazioni ed esperienze. La bozza di progetto deve essere presentata entro il 5 luglio 2019. Qui è possibile accedere al bando.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.